Beninati srl - Investire in diamanti, oro e argento


Vai ai contenuti

Il mercato mondiale dei diamanti

Investire in beni di rifugio

Punto di equilibrio del mercato industriale è la De Beers Consolidated Mines Ltd. Che controlla circa l' 85% della produzione mondiale di diamanti attraverso due importanti organizzazioni che ne regolano la stabilità: la Diamond Producers Associatione e la Central Selling Organization.
La prima raggruppa la quasi totalità delle miniere ed estrae dal sottosuolo solo quanto richiesto annualmente dal mercato. La seconda gradua nelle aste e nell'arco dell'anno le quantità di diamanti grezzi da trasferire alla lavorazione, secondo l'andamento del mercato.
Questo è uno dei motivi per cui, anche in periodi di forte depressione, le quotazioni delle pietre in sede industriale possono rimanere invariate, ma senza subire delle flessioni.


Le quotazioni internazionali dei diamanti per investimento, cioè quelle di migliore qualità, hanno sempre avuto un trend di incremento superiore all'andamento dell'inflazione.

In periodi di inflazione elevata, come nel corso dei primi cinque anni dell'ultimo decennio, l'aumento medio delle quotazioni è stato superiore al 10% annuo, mentre negli ultimi anni, in presenza di un tasso di inflazione più contenuto, l'incremento è stato minore ma sempre superiore all'andamento della stessa.

Nel grafico viene evidenziato il differenziale tra inflazione ed andamento delle quotazioni: la conferma del diamante non solo come bene rifugio ma come investimento.









Torna ai contenuti | Torna al menu